IL CASO MAGNA, UN CASO DI SUCCESSO PER LA REALTÀ VIRTUALE

/IL CASO MAGNA, UN CASO DI SUCCESSO PER LA REALTÀ VIRTUALE
IL CASO MAGNA, UN CASO DI SUCCESSO PER LA REALTÀ VIRTUALE2019-03-26T15:59:19+00:00

IL CASO MAGNA, UN CASO DI SUCCESSO PER LA REALTA’ VIRTUALE

La Realtà Virtuale, chi la prova se ne innamora…e lo sanno anche le Imprese.

Oggi vi raccontiamo il caso di successo di una multinazionale canadese operante in Italia, che ha deciso di utilizzare la Realtà Virtuale, in gergo RV o VR (Virtual Reality), per automatizzare il processo di “refresh” formativo sulla messa in sicurezza delle proprie macchine di produzione; ebbene si, grazie alla RV, è possibile automatizzare anche questo processo.

Parliamo di Magna PT spa (ex GETRAG), multinazionale operante nell’automotive, che ha deciso così di comprare 5 aule virtuali complete di pc, visori, radar e caschetti, il tutto integrato in un software gestionale per la formazione…e le emozioni non sono mancate, specie nel risparmio economico ottenuto.

Il KPI che si voleva raggiungere era la riduzione dei costi operativi del 40%, fermo restando la conservazione dello stesso standard di formazione sulla sicurezza e così è stato.

Veniamo ai fatti ed ai numeri: molto sensibile al tema della sicurezza, Magna PT effettua 2 volte l’anno un “refresh” formativo sulla sicurezza e messa in sicurezza delle loro apparecchiature a circa 800 operativi nella sola sede di Modugno (Bari).

Prima dell’introduzione della RV, due risorse full time gestivano ed effettuavano questa formazione, con costi vivi di un addetto alle docenze (+/-40.000€) ed uno addetto all’organizzazione (+/-30.000€). Ogni operativo impiegava 5h/anno per il refresh formativo.

Nel 2018, Magna PT acquista cinque HIL VR (https://mtmreality.com/hil-vr/), riducendo grazie alla RV il tempo di formazione a 3h/anno ed ottenendo un KPI inimmaginabile.

Ma come è stato possibile? Semplice, l’operativo riceve una mail con la data fissata per la formazione, entra nella Virtual Room ed accede ad HIL VR, clicca sulla procedura formativa in RV, indossa il caschetto, vede la procedura da eseguire in Realtà Virtuale, la esegue in simulazione come se fosse direttamente in produzione ed aumentando il fattore sicurezza; HIL VR verifica la correttezza dell’esecuzione, se da l’ok, l’operativo effettua il test finale, altrimenti rifà il processo.

A conti fatti, HIL VR è costato circa €50.000 ammortizzati sul risparmio economico sia per la riduzione del tempo di formazione che di risorse da dedicare alle docenze, ottenendo così, nel solo primo anno di utilizzo, un risparmio del 65%!!!

Dati i risultati, Magna PT ha deciso di continuare ad investire nella Realtà Virtuale ed ha affidato ad MTM Project (la società produttrice di HIL VR) la virtualizzazione formativa di numerosi suoi processi produttivi, con l’obiettivo di eguagliare il KPI precedente.

Inutile dirvi che applicazioni in RV efficienti si possono fare anche nel marketing, nel montaggio, nell’assistenza e non solo nella sicurezza.

A proposito, le due risorse che gestivano il processo di “refresh” non sono state licenziate, ma allocate ad altre attività organizzative, perché una miglior capacità produttiva significa mai perdere risorse e la storia d’impresa lo insegna

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Può conoscere i dettagli consultando la nostra cookie policy.